Simpatica l’iniziativa messa su dall’Amministrazione Comunale di Rignano sull’annuale e tradizionale “Festa” degli alberi”.

L’iniziativa ha spinto diversi Enti a fare qualcosa in più per l’ambiente, a cominciare dal Consorzio di Bonifica Montana, presieduto da un rignanese di adozione e cultura, come Giovanni Battista Eligio Terrenzio. A darne notizia su facebook ci ha pensato il sindaco Luigi Di Fiore. Ecco di seguito il testo ‘osannato’ da una infinità di ‘piace’ e commenti positivi.

“ In occasione della giornata dell’albero, quest’anno il Comune di Rignano Garganico ha sposato l’iniziativa di Legambiente Lo Sperone. Nei giorni prossimi verrá consegnato, ad ognuno dei 15 piccoli Rignanesi nati nell’anno 2020, un alberello, donato dal Consorzio di Bonifica Montana del Gargano, da poter piantare così da contribuire al contrasto della crisi climatica che attanaglia i nostri giorni e mette in grave pericolo il nostro futuro.

Anche noi, come Amministrazione Comunale, – continua il primo cittadino – abbiamo previsto per la primavera prossima nuove piantumazioni di specie autoctone, che renderanno più bello il nostro paese e, allo stesso tempo, aiuteranno la scienza e la società civile a limitare i danni commessi quotidianamente da quanti, con crudeltá, inciviltá, nel nome di interessi infami, continua a rovinare il nostro ecosistema”.

Il futuro lo si può scorgere fin da esso sulla Ripa -Belvedere, dove al posto della selva di contorti pini, cosiddetti “rompi – vento” ora stanno crescendo alberi di origine del luogo, come per esempio l’ulivo ed altre specie, contornati da aiuole di prati erbosi, che danno colore e senso estetico al luogo, richiamando sul posto visitatori non solo locali, ma anche provenienti dai centri vicini, anche perché da qui si può ammirare un panorama a tutto campo sul Tavoliere tra i più belli della Puglia.

Di Antonio Del Vecchio

Giornalista, scrittore e storico. Ha al suo attivo una cinquantina di pubblicazioni su tradizione, archeologia e storia locale.

Lascia un commento