Scuola Galiani

 Entusiastica  giornata di poesia dialettale all’I.C. “Dante-Galiani”, a San Giovanni Rotondo.

Protagonisti gli alunni della scuola primaria 1^ E , coordinati  dall’insegnante Arcangela Latiano. E questo a conclusione del progetto “La scuola e i Poeti sangiovannesi”. Iniziativa, quest’ultima, patrocinata dall’ANPOSDI (Associazione Nazionale di Scrittori e Poeti dialettali) di Giorgio Pellicano e supportata da Angelo Capozzi, storico e folklorista di fama. Lo è, come noto,  per via delle sue innumerevoli pubblicazioni ed interventi dal vivo, legato com’è alle esperienze d’avanguardia sul tema portate avanti da decenni dall”Università del Crocese “in Foggia.  Il progetto in parola ha spaziato tra la produzione italiana, in lingua e in dialetto, e quella locale, rappresentata in massima parte dal compianto Giovanni Scarale, di cui si dirà.   Presenti in sala l’intera équipe, conduttrice della proposta didattico-pedagogica, composta, oltre che dalla citata Latiano, da:  Nunziata Martino, Giuliana Zelante, Adriana Greco, Stefania Marcucci, Lucia Ducange, Alessandra Gatta. Va detto subito che, alla vigilia, nessuno avrebbe scommesso che  da ragazzi così piccoli si potesse avere uno spettacolo grande e soddisfacente da ogni punto di vista. A convincere tutti sin è stato soprattutto l’entusiasmo dei bambini, che ha contagiato da subito dapprima gli  insegnanti  e poi man mano i genitori e tutti gli altri addetti ai lavori. Di seguito il resto della cronaca della giornata, così come riferito dall’apposito comunicato stampa. Ad aprire la manifestazione ci ha pensato  la Vicepreside Rosa Cavalli,  in sostituzione del Dirigente Scolastico, Francesco Pio Maria D’Amore. La relatrice, tra l’altro, ha messo in evidenza  la valenza ed  efficacia pedagogica del  progetto in menzione, volto, secondo il suo dire, allo studio e al recupero delle tradizioni e del dialetto del territorio di San Giovanni Rotondo, di cui si sono resi partecipi  i poeti Michele Totta, Onofrio Grifa e Pasquale Siena. Dal canto loro, i mini-protagonisti con apprezzabile recitazione hanno declamato quattro- cinque poesie a testa  dei suddetti poeti, nonché alcune  poesie dialettali del predetto Scarale, ritenuto, oltre che poeta di Padre Pio per antonomasia, dei più lirici garganici  di tutti i tempi.   Per l’occasione i suoi testi scelti e cantati dagli alunni sono stati tradotti e musicati da Angelo Capozzi. La bravura della loro esecuzione è stata salutata con scroscienti e ripetuti applausi dal  pubblico in visibio La citata Latiano, con un gran tocco d’arte, ha completato, coadiuvata dal tecnico Antonio Fatone, l’opera odierna con la proiezione di diapositive dirette  ad evidenziare i contenuti dei citati canti di Scarale-Capozzi, i testi delle poesie dei poeti, gli incontri avvenuti tra loro e la classe e quant’altro. Per lo svolgimento dell’intero progetto hanno contribuito fattivamente i collaboratori,  Michele Squarcella e Giuseppe Soccio. Ecco, infine,  i nomi dei piccoli  eroi: CAPPUCCI CLAUDIA, D’ADDETTA CARMELA, D’ADDETTA LAVINIA, DE CATA MICHELE, FIORENTINO GAETANO, GORGOGLIONE KRISTEL, GRECO NICOLA, GURGOGLIONE MARICA, LATIANO FABIANO, MANGIACOTTI GIULIA, MARTINO GIOELE ANTONIO, MISCIO GIOVANNI, PIRRO FRANCESCO, RITROVATO CHRISTAN, ROVEA SILVIA, MANUEL SANTORO, SAVINO MATTEO, SAVINO SAVERIO, TANCREDI GIORGIA E VERGURA ANDREA.

 

Di Antonio Del Vecchio

Giornalista, scrittore e storico. Ha al suo attivo una cinquantina di pubblicazioni su tradizione, archeologia e storia locale.

Lascia un commento