Cagnano, panorama

Si  ripete con nuove composizioni il tour di poeti e poesie dialettali 2019 nel Gargano. Si tratta di una simpatica manifestazione che da alcuni anni ingentilisce e dà vigore alle varie feste estive promosse nei vari centri del Promontorio.

Questa volta, si comincerà da Cagnano Varano, con il raduno in programma Venerdì  il 26 luglio, dalle ore 18. 30  in poi, presso il Chiostro francescano dell’ex-municipio ubicato nella centralissima Piazza P.Giannone. E ciò per fare da contorno ad una delle iniziative gastronomiche tra le più originali e partecipate del teritorio, ossia  la Festa del pane e della Salicornia,piatto tipico non solo delle zone costiere ma anche di quelle interne per via del commercio che se ne fa ai mercati di frutta e verdure.  Accompagnati dalla musica del pianoforte declameranno i seguenti poeti: Angela Ascoli (Vieste), Isa Cappabianca (Vieste), Anna Maria Strizzi (Vieste), Nicola Principale (Vieste), Maria Rosaria Vera (Vico del Gargan), Carmela Giagnorio (San Nicandro Garganico), Michelarcangelo Campanozzi (San Marco in Lamis), Alexis (San Marco in Lamis), Michele Totta (San Giovanni Rotondo), Anna Piano (San Marco in Lamis), Onofrio Grifa (San Giovanni Rotondo), Caterina La Torre (Monte Sant’Angelo), Antonio Roberto (Manfredonia), Maria Teresa De Nittis (Isole Tremiti), Rocco Martella (Ischitella) e Franco Ferrara (Apricena). La festa continuerà con la corografia di DanzArte (https://www.facebook.com/groups/452071542253017/ ) significata da balli di tammuriata, pizzica e tarantelle nostrane, messi in atto, tra l’altro, dalla ballerina Grazia Ferrara, già distintasi nelle precedenti tornate svoltesi in ogni dove per stile e simpatia. La manifestazione odierna si ripeterà pari pari  il 2 agosto , con inizio alle ore 21.00 presso l’agriturismo “Biorussi.Gargano”, ravvivando l’annuale meeting “I Sapori dell’Arte”, giunto alla sua X edizione. Il giorno successivo 3 agosto, a partire dalle ore 19.00, si farà tappa  a Vieste, la capitale del turismo marino durante l’afflusso massimo dei vacanzieri italiani ed esteri. Qui avrà luogo  la prima edizione dell’ambito “Premio Gargano Poesie, dove competeranno non solo i compositori più sensibili di queste terre, ma anche di altri provenienti da ogni dove. Precisamente i candidati interessati sono una cinquantina. Ciascuno di essi declamerà ad un pubblico selezionato qui raccolto le opere presentate. Di volta in volta, i concorrenti selezionati saranno premiati con un attestato di partecipazione contenente la dicitura” Premio Gargano Poesie”e a chi l’avrà ordinato sarà consegnato un libretto delle poesie, unitamente all’apposita penna simbolo del premio in parola. Dopo di che, a partire dalle ore 21.00 l’anzidetta festa  della poesia proseguirà facendo tappa nelle piazze e vie turistiche con la declamazione dai microfoni delle poesie prescelte. Tra l’altro si toccheranno: Marina piccola, Seggio, Cattedrale e Piazza Poeti del Gargano.  Gli organizzatori sono convinti che, così facendo, la poesia scenderà dall’alto scranno degli eletti, per prendere corpo e coinvolgere sentimentalmente  l’intera collettività, diventando così un evento non più ristretto tra gli addetti ai lavori, ma popolare nel vero senso della parola. Va precisato, infine, che l’iniziativa predetta è sponsorizzata dall’Amministrazione Comunale del Comune ospite e curata da Franco Ferrara, poeta di Apricena ed affabulatore nato per questo tipo di manifestazioni. Ad Maiora!    

Di Antonio Del Vecchio

Giornalista, scrittore e storico. Ha al suo attivo una cinquantina di pubblicazioni su tradizione, archeologia e storia locale.

Lascia un commento