Locandina dell'evento

Lodevole iniziativa è quella intrapresa dall’Associazione Croce Verde e la Novartis, in collaborazione con Il gruppo volontario Arcobaleno e l’Ente locale, a San Marco in Lamis.

Si tratta della misurazione della salute dei polmoni, attraverso la spirometria. Metodo, quest’ultimo, che permette di misurare la quantità di aria che i polmoni riescono a spostare e la velocità con cui lo fanno. A tale scopo è stata indetta una giornata speciale di prevenzione che avrà luogo Lunedì 17 dicembre 2018. Le prove, a cui potranno accedere sia soggetti sani sia ammalati si terranno dalle ore 9.00 alle 13.00 presso il Centro Polivalente di Via Pozzo Grande (sotto la Villa) in città. A renderlo noto con un articolato comunicato stampa, diffuso in ogni dove, ci hanno pensato i sopraccitati organizzatori. L’operazione si avvarrà del consulto specialistico di Antonio Giuliani, noto e valente  pneumologo responsabile del Servizio Territoriale Asl del posto. Tanto è indispensabile, secondo lo scritto, per la diagnosi e il monitoraggio di svariate patologie respiratorio. Tra l’altro, quella della BPCO (Bronco Polmonite Ostruttiva). Malattia assai grave, comune tra i fumatori e soprattutto piuttosto difficile e complicata da curare. Da qui l’importanza dell’iniziativa e la necessità di  sottoporsi senza remora alcuna ai predetti esami, per molti versi “salvavita” . Da precisare, infine, che l’esame in parola viene considerato poco invasivo e facile da eseguirsi attraverso un apparecchio composto da un sensore collegato a un boccaglio che valuta la funzionalità respiratorio. Bastano pochi minuti: respirare profondamente e riversare con forza l’aria ispirata nel predetto boccaglio. Va da sé che la spirometria è un esame d’obbligo per i fumatori con più di 45 anni, non solo attivi, ma anche ex e passivi.   

 

 

Di Antonio Del Vecchio

Giornalista, scrittore e storico. Ha al suo attivo una cinquantina di pubblicazioni su tradizione, archeologia e storia locale.

Lascia un commento