Si infiamma e di brutto il dibattito politico a Rignano.

Caro Direttore di RignanoNews.com,

continui a mandarmi queste notizie come se nulla fosse accaduto, ma ti rendi conto di quanta ipocrisia e vigliaccheria c’è in giro? Ti rendi conto di quanto il nostro paese ha perso in termini di credibilità, di progettualità e benessere per l’intera comunità? Vi rendete conto di questo?

Molti progetti stavano partendo, elaborati solo e soltanto per una crescita vera, sia culturale che economica, per una volta, sulla base delle esigenze della popolazione tutta, di tutti noi rignanesi.

Resteranno nel cassetto dei nostri sogni, perché le scadenze incombono e due mesi di ritardo saranno sufficienti per bruciare i nostri sogni.

Per favore non venirmi a parlare di altro, guardo i fatti e dietro vedo opportunismo, arrivismo, vigliaccheria.

Ora solo bla bla, bla. Sono amareggiata e disgustata, per cui ti prego di darmi spiegazioni serie, veritiere e soprattutto credibili.

Mi dirai che non sai le motivazioni di questo scempio, ma tu che hai la potente arma della scrittura certe cose le devi far capire.

Ti saluto con il solito affetto.

(l’autrice ci ha chiesto l’anonimato – ndr).

Una mamma e una professionista delusa.

* * *

Carissima,

qui si continua a scambiare RignanoNews.com per una struttura politica, noi facciamo solo informazione/cronaca e come tutti i cittadini di Rignano Garganico ieri mattina presto abbiamo saputo che c’è stata la sfiducia nei confronti dell’ex-sindaco Luigi Di Fiore.

Analizzando la questione si capisce bene che il primo cittadino era da tempo in minoranza e che a sostenerlo era solo il suo ormai ex-vice sindaco, ovvero Giosuè Del Vecchio.

Non conosco le motivazioni che hanno portato ieri sei consiglieri (tre di maggioranza e tre di minoranza) a dimettersi e a far cadere Di Fiore, ma sono convinto che la verità stia nel mezzo.

Leggendo i contenuti di un volantino fotocopiato e diffuso ovunque in paese si capisce bene che la maggioranza “Rignano che Vorrei” continuava ad attaccare violentemente proprio il vice-sindaco (parte integrante dell’esecutivo) e lo faceva per l’ennesima volta, per giunta mediante autore anonimo.

Dal punto di vista umano e politico quando avvengono queste cose è perché c’è una forte spaccatura e che la sfiducia serve ad entrambi le parti: a chi viene mandato a casa per creare malcontento e vittimismo, a chi manda a casa per la soddisfazione e il coraggio di aver rotto un matrimonio che vacillava da tempo.

Poi sui progetti da presentare con i finanziamenti PNRR non so nulla, come non li conosce la popolazione, perché non sono stati mai presentati pubblicamente.

Per questo non so che dire, magari pubblichiamoli qui sul giornale e analizziamoli assieme. E vediamo se si possono recuperare.

Ribadisco che quando si litiga le colpe sono di tutti e due i litiganti e non di una sola parte.

Continua a seguirci, la prossima amministrazione comunale sicuramente farà belle cose, così come tante cose belle ha realizzato quella uscente.

Angelo Riky Del Vecchio

Di Redazione

Redazione di RignanoNews.com, il primo quotidiano web dedicato a Rignano Garganico e non solo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.