Riceviamo e pubblichiamo una nota della Lista n.2 “Viva Rignano Viva” con cui il candidato sindaco Emanuele Di Fiore ribadisce di voler rinunciare, in caso di elezione, allo stipendio da primo cittadino e ad ogni forma di rimborso spese per investire su anziani, disabili, turismo e disoccupati.

Ecco il Comunicato di “Viva Rignano Viva”.

NO ALLO STIPENDIO DA SINDACO, TUTTO DEVOLUTO AI SERVIZI SOCIALI E CULTURALI.

Il candidato sindaco della Lista n.2 “Viva Rignano Viva“, Emanuele Di Fiore, è pronto a rinunciare all’indennità da primo cittadino in caso di elezione alla guida del Palazzo di Città.

Con la passata amministrazione lo stipendio del sindaco è lievitato a dismisura e non è giusto in un momento di crisi economica ed occupazionale così pesante come quello che stanno attraversando Rignano, i Rignanesi, l’Italia e il mondo intero.

Per questo Emanuele ha deciso di devolvere tutti i soldi ai servizi sociali e culturali.

Un impegno concreto che sarà ratificato nel primo giorno di insediamento.

BASTA CON GLI SPRECHI, LA POLITICA DEVE TORNARE A FARE GLI INTERESSI DELLA POPOLAZIONE.

Votate e sostenete la Lista n.2 e il candidato sindaco Emanuele Di Fiore.

Riceviamo e pubblichiamo una nota della Lista n.2 "Viva Rignano Viva" con cui il candidato sindaco Emanuele Di Fiore ribadisce di voler rinunciare, in caso di elezione, allo stipendio da primo cittadino e ad ogni forma di rimborso spese per investire su anziani, disabili, turismo e disoccupati.

Di Redazione

Redazione di RignanoNews.com, il primo quotidiano web dedicato a Rignano Garganico e non solo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.