I primi passi verso le riaperture e la ripresa della normalità post – Covid sono tutti dedicati alla cultura e alla musica, in particolare quella classica , a San Marco in Lamis. Tutto questo, grazie al Lions Club, presieduto da Luigi La Porta, musicista nato e compositore, già direttore del Conservatorio.

Si comincerà con un concerto in programma , lunedì 21 giugno 2021, alle ore 19.00, presso l’Auditorium del Palazzetto della Biblioteca Comunale, ubicato nella centralissima piazza Carlo Marx. Tanto, in occasione anche della giornata della Festa Europea della Musica. All’opera ci sarà il Trio d’Archi Esperia del Conservatorio di Foggia. La formazione da camera è composta dalla violinista M. Saveria Mastromatteo, dal violista Francesco Peverini e dal violoncellista Francesco Mastromatteo. Come si evince dall’invito – programma ad personam l’insieme eseguirà le migliori musiche di F. Schubert e L. van Beethoven.

Secondo gli organizzatori, l’iniziativa in parola, che si avvale del patrocinio morale della Città di San Marco in Lamis, vuole essere, oltre ad un momento di arricchimento culturale per i partecipanti, anche un tributo di riconoscimento e memoria a Vittorio Fabbrini, socio benemerito del Club recentemente e prematuramente scomparso, nonché un ricordo dell’illustre concittadino il letterato Joseph Tusiani, socio onorario del Club. Non a caso – si sottolinea nel comunicato stampa diffuso in ogni dove – in virtù del “valore del loro operato e della particolare generosità e disponibilità individuale, è stato conferito dal Club il riconoscimento MJF -Amico di Melvin Jones-, il più alto riconoscimento della associazione lions, che ha respiro internazionale”.

Si apprende, infine, che il concerto è aperto non solo agli invitati formali , ma a tutta la cittadinanza, nel rispetto delle norme anti contagio da covid-19.

Maria Saveria Mastromatteo, violino è dal 2012 Primo dei Secondi Violini dell’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari, presso cui ha anche ricoperto il ruolo di Spalla dei Primi Violini. Ha vinto nel 2012 il Premio “A. Ferrari”.Violinista del “Duo & Trio Mastromatteo”, è stata per 4 anni componente dell’Orchestra “Cherubini” diretta da R. Muti con cui ha svolto tournée in tutta Europa.Vincitrice del primo premio al Concorso Internazionale “Lecce Città del Barocco” e del Concorso Nazionale “ACADA-ENDAS” di Genova, si è esibita come solista con la “Cameristica di Foggia”, l’Ensemble “Paisiello” i “Solisti Italiani”, l’orchestra del Festival “Uto Ughi per Roma” e l’Orchestra della Provincia di Foggia. Ha tenuto inoltre numerosi concerti cameristici in Italia, Germania, Spagna e Stati Uniti.

Francesco Peverini, viola Inizia lo studio del violino all’età di cinque anni, proseguendo la sua formazione sotto la guida di Aldo Redditi, Eduard Melkus, Salvatore Accardo, Riccardo Brengola, Aaron Rosand e Felix Ayo. Oltre all’attività solistica, é stato primo violino del “Quartetto Prometeo” con il quale ha vinto numerosi concorsi internazionali tra cui il 1° premio al “Prague Spring International Music Competition” nel 1998. Con questa formazione ha suonato per prestigiose società concertistiche, tra cui: Wigmore Hall di Londra, Salle Cortot e Musèe D’Orsay di Parigi, Accademia di S.Cecilia di Roma, Società del Quartetto di Milano ecc. Interessato all’esecuzione e divulgazione della musica contemporanea, è Primo Violino Solista dell’ Ensemble “PMCE”, gruppo in residence presso il Parco della Musica di Roma.

Francesco Mastromatteo, violoncello Definito dal Dallas Morning News “virtuosic and passionate musician”, è docente di Musica da Camera presso la sede di Rodi G.co del Conservatorio “U. Giordano”, e direttore artistico di Amici della Musica di Lucera e “Classical Music for the World” di Austin. Si esibisce in Europa e USA, come camerista e come solista con numerose orchestre: Meadows Symphony, Round Rock Symphony, Starlight Symphony, Balcones Orchestra. Tiene concerti e master class per università quali: Oklaoma City University, University of Nevada Las Vegas, Southern Methodist University, Marshall University. Ha conseguito il Doctorate of Musical Arts presso la University of Texas at Austin. Ha pubblicato per International Journal of Musicology

Di Antonio Del Vecchio

Giornalista, scrittore e storico. Ha al suo attivo una cinquantina di pubblicazioni su tradizione, archeologia e storia locale.

Lascia un commento