Un finanziamento da 22 milioni 455mila 194 euro. A tanto ammonta il contributo ottenuto dalla Provincia di Foggia per la progettazione e la realizzazione dei due lotti prioritari dell’asse Lesina-Manfredonia, inseriti nel percorso della ‘Ciclovia Adriatica’ definito dalla Legge con la quale è stato istituito il Sistema Nazionale delle Ciclovie Turistiche.

I finanziamenti. 

Degli oltre 22 milioni di euro destinati ai due lotti che interesseranno la Capitanata, 3 milioni 512mila 212 euro risultano rivenienti dal Decreto Ministeriale n. 517 del 2018 e 18 milioni 942mila 982 euro fanno riferimento ai fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Gli uffici della Provincia di Foggia, dunque, in conformità alle indicazioni ricevute dal Dipartimento Mobilità della Regione Puglia, hanno avviato le procedure finalizzate all’affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva degli interventi e alla successiva cantierizzazione delle opere. Una funzione che l’Ente di Palazzo Dogana svolgerà nella sua veste di soggetto attuatore del progetto, come comunicato formalmente dalla Regione Puglia al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili.

La ciclovia. 

Il primo lotto della Ciclovia, nel tratto compreso tra Lesina ed Apricena, avrà una lunghezza di circa 22 chilometri e partirà in corrispondenza con l’intersezione con la Strada Provinciale 37. Le Amministrazioni comunali interessate saranno quelle di Lesina, Poggio Imperiale ed Apricena. Il secondo lotto, invece, interesserà il tratto compreso tra Apricena e Manfredonia ed avrà una lunghezza di circa 62 chilometri, terminando in località Scalo dei Saraceni. Le Amministrazioni comunali interessate, in questo caso, saranno quelle di Apricena, San Severo, Rignano Garganico, San Marco in Lamis, San Giovanni Rotondo e Manfredonia. 

L’intervento di Nicola Gatta

“Una ‘rivoluzione’ che consentirà alla Capitanata una svolta in chiave moderna, innovativa ed ecosostenibile, al servizio delle sue ricchezze, a partire dalle diverse declinazioni del turismo che il nostro territorio può esprimere nell’ambito religioso, naturalistico, enogastronomico, balneare, storico-culturale – commenta il Presidente della Provincia, Nicola Gatta –. Il nostro impegno, inoltre, continuerà per la realizzazione della Ciclovia che costeggia l’intero periplo del Gargano e di tutti gli altri tratti previsti nel Piano per la Mobilità Ciclistica Provinciale”.

Di Antonio Del Vecchio

Giornalista, scrittore e storico. Ha al suo attivo una cinquantina di pubblicazioni su tradizione, archeologia e storia locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.