Rignano G., panorama

Rinviata la premiazione degli atleti rignanesi, a Cerignola. E questo per via del Coronavirus in vista in Capitanata

che, come noto, ha causato una vittima, a San Marco in Lamis. Il tutto, rinviato ad altra data migliore – a quanto specificato in un comunicato stampa diffuso sul tema dal Comitato Provinciale della Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera) di Foggia. Con siffatto riconoscimento Rignano balza di nuovo alla notorietà nel campo dello sport ginnico-podistico.  Come si ricorderà gli atleti designati a salire sul podio sono quelli che hanno partecipato al “CorriCapitanata” dello scorso anno, che comprendeva, tra l’altro, anche la tappa della maratonina rignanese, promossa ed organizzata da un decennio dall’Avis del posto, guidata attualmente dalla dinamica ed attiva Maria Pia Forte, dipendente doc di Casa Sollievo. Ecco nell’ordine i nomi segnalati degli atleti che hanno a che fare direttamente o indirettamente con il piccolo centro in menzione:  Pasquale Di Carlo e Matteo Mimma. Il primo, già ammministratore comunale di lungo corso e sindacalista provinciale ed attuale consigliere comunale  delegato; l’altro da poche settimane svolge qui l’ambita funzione di segretario comunale. C’è poi, Raffaele Ciavarella, eccellente avvocato in quel di San Marco in Lamis. Città, quest’ultima, assai cara ad un atleta da qualche anno scomparso. Si tratta di Micolas Ciavarella,  onnipresente nell’esercizio della sua multiforme attività di tutore dell’ordine e di organizzatore delle attività sociali, nonché, in virtù della sua straripante simpatia che investiva tutti coloro che gli giravano dintorno. Al suo posto, rientra nel novero dei premiandi  la sua inseparabile ed amata compagna, di cui si tace il nome per questione di privacy. Chiude , infine, il prestigioso elenco in parola, Leonardo Morcone, rignanese acquisito per aver sposato Nazzarena Lombardi, originaria e follemente innamorata della ridente ed arieggiata cittadina garganica.    

 

Di Antonio Del Vecchio

Giornalista, scrittore e storico. Ha al suo attivo una cinquantina di pubblicazioni su tradizione, archeologia e storia locale.

Lascia un commento